10 miliardi di insolvenze in più rispetto al 2011: banche senza soldi

Leggiamo sull’ansa di oggi:
“Le insolvenze bancarie in capo alle imprese italiane hanno sfiorato a maggio scorso gli 84 miliardi di euro (precisamente 83,691 miliardi). Lo afferma la Cgia calcolando che rispetto all’inizio dell’estate 2011, le sofferenze sono aumentate in termini assoluti di 10,1 miliardi di euro (+13,8%). Probabilmente tale situazione ha indotto moltissime banche italiane a ridurre progressivamente gli impieghi: sempre nello stesso periodo, l’erogazione dei prestiti e’ scesa del 2% (pari a -20,25 mld)”.

La situazione è da tenere sotto controllo: gran parte degli interlocutori di un manager in affitto sono istituti bancari con cui ci si interfaccia per conto delle aziende che si vanno a gestire. Sempre più spesso la gestione di questi rapporti diventa complessa anche se comunque l’intervento del temporary manager è considerato una garanzia e una rassicurazione per gli istituti di credito che hanno la consapevolezza di una gestione accorta dei prestiti e del rientro delle passività.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...